Biscotti alle mandorle senza grassi

Biscotti alle mandorle senza grassi

Biscotti alle mandorle senza grassi, dal cuore morbido e la superficie croccante, deliziosi e profumati.
Ieri mi sono cimentata nella preparazione di questi dolcetti semplicissimi, ispirandomi in parte ai briganti umbri ai pinoli. Mi è piaciuta l’idea di farli senza burro né olio, curiosa e impaziente di vederne il risultato.

La croccantezza dei pezzi di mandorla accanto al profumo di agrume ne fanno un biscottino sfizioso e perfetto da gustare con il tè.
Fra l’altro ho utilizzato semola rimacinata al posto della classica doppio zero da biscotto. Una farina che utilizzo spesso e adoro nei dolci.
Il bello è che si formano come delle palline e in cottura si appiattiscono, raggiungendo uno spessore di circa 1 cm e mezzo. L’aspetto finale è rustico, carinissimo e invitante.

Avevo una scorta assurda di albumi in freezer, conservati dopo la preparazione di creme, frolle, carbonare, etc. Tenuti da parte con l’idea di farne poi delle belle meringhe, mi sono invece trovata nell’impossibilità di realizzarle. Nel frattempo ho accumulato 1 kg di chiare d’uovo e ho dovuto farmi venire diverse idee per consumarle. Senza dover cucinare le solite frittate…
Una parte li ho impiegati per fare questi biscotti e il risultato è sorprendente, considerando i pochi e semplici ingredienti, nonchè l’assenza di burro e uova.

Biscotti alle mandorle e albumi
Forse vi possono interessare altre ricette di biscotti e dolcetti

Biscotti alle mandorle senza grassi

Ingredienti per 22 pezzi

150 g di albumi (circa 5 albumi di uova medie) a temperatura ambiente
200 g di mandorle intere con la buccia
180 g di zucchero semolato
100 g di semola rimacinata di grano duro
Scorza grattugiata di 1 limone
1 pizzico di sale

N.B.: Se per caso preferite utilizzare farina di grano tenero, tipo 00, tenete presente che ce ne vorrà di più, altrimenti il composto sarà troppo molle.
Se volete un’alternativa alla semola, meglio utilizzare farina di mais fioretto, quella fine.

(Se vi fa piacere, potreste sostenere la mia pagina Facebook con un like? Grazie!)

Mettete le mandorle in un tagliere e tritatele con un coltello a lama affilata. Dovrete ottenere un composto granuloso e irregolare, con pezzetti minuscoli e alcuni un po’ più grandi.
Trasferitele in una ciotola, aggiungete lo zucchero, la semola rimacinata, la scorza di limone e il pizzico di sale. Mescolate accuratamente con un cucchiaio.

Mettete gli albumi in un altro contenitore e montateli a neve ferma, dopo di che aggiungeteli agli ingredienti secchi. Unite un cucchiaio alla volta e man mano incorporatelo nel composto.
Quando avrete terminato, coprite il contenitore con pellicola e tenete in frigorifero per almeno 2 ore.
I risultati migliori si ottengono facendo riposare tutta la notte, perché la farina si inumidisce per bene e l’impasto diventa quasi spumoso.

Formatura

Foderate una placca con carta da forno. Con l’aiuto di due cucchiai formate delle palline grandi quando una noce e man mano posatele sulla placca. Abbiate cura di distanziarle sufficientemente, perché in cottura si appiattiranno.
Cuocete in forno preriscaldato a 170° per circa 15 minuti, possibilmente con funzione ventilata negli ultimi 5 minuti. Regolatevi anche in base alle caratteristiche del vostro forno.

Sfornate i biscotti e fate intiepidire, quindi trasferiteli su una gratella, dove li lascerete freddare completamente per circa 1 ora.
Lasciateli ancora per un paio di ore, così si asciugheranno perfettamente e rimarranno croccanti in superficie. Quindi conservateli in un contenitore di latta, mettendoli a strati separati con fogli di carta forno.

Biscotti alle mandorle senza grassi