Ciabatta con semi di lino

Ciabatta con semi di lino

Ciabatta con semi di lino, un pane leggerissimo e gustoso che ho fatto utilizzando farina di grano tenero di tipo 1. Una tipologia meno setacciata della 0, da cui si ottiene un prodotto più nutriente e dal sapore più marcato.
Dopo aver provato tante varietà di semi, questa volta ho sperimentato il lino. Che un po’ temevo per la particolarità di rilasciare mucillaggini a contatto con l’acqua.
Ma ho risolto questo inconveniente evitando di ammollarli preventivamente, come invece faccio con quelli di zucca o girasole.

Ho preparato un impasto molto idratato e fatto una prima lievitazione in frigo, senza i semi. Poi li ho incorporati, parte interi e in parte macinati, ho formato la ciabatta, fatto lievitare e cotto.
In tal modo i semi hanno assorbito parte dell’umidità abbondante del pane, rendendo l’impasto più equilibrato ed evitando l’effetto appiccicoso.

Il risultato mi piace molto, si è formata una bella crosta, la mollica è leggera e alveolata al punto giusto. Ottimo anche il sapore, con un leggero retrogusto di tostatura, merito anche ai semini, che ne accentuano questa caratteristica.
E’ un pane adatto per essere farcito con formaggi e salumi, buono anche a colazione con le confetture.
Ma lo trovo strepitoso nelle versioni più semplici, con un filo d’olio extravergine di oliva, o un cucchiaino di miele millefiori.
Ciabatta di grano tenero con semi di lino
Forse vi possono interessare altre ricette di pane e panini

Ciabatta con semi di lino

Ingredienti

300 g di farina di grano tenero tipo 1
250 ml di acqua
30 g di semi di lino
3 g di lievito di birra fresco (oppure 60 g di pasta madre rinfrescata e raddoppiata)
6 g di sale fino
½ cucchiaino di malto in polvere

____ Se la mia ricetta vi è piaciuta e vi fa piacere, sostenete la mia pagina Facebook. Grazie ____

Ciabatta di farina 1 e semi di lino

L’impasto è molto idratato, quindi è consigliabile eseguirlo con la planetaria. Se non l’avete, utilizzate una ciotola, un cucchiaio e un tarocco.
Se utilizzate pasta madre, il procedimento è lo stesso; se necessario, allungate i tempi a temperatura ambiente.

Procedimento

Setacciate la farina con il malto e unite 200 ml di acqua tiepida in cui avrete sciolto il lievito. Impastate gli ingredienti sino a renderli omogenei, quindi incorporate il resto dell’acqua, un po’ alla volta, continuando a lavorare. E’ importante non mettere l’acqua tutta insieme, per evitare che il composto sia troppo molle e ingestibile.
Coprite la ciotola con pellicola, o altro materiale, lasciate riposare per 1 ora a temperatura ambiente, poi trasferite in frigorifero.
Tenete l’impasto al freddo da un minimo di 10 ore, fino a 14, compatibilmente con i vostri impegni.
Trascorso questo tempo, rimettete a temperatura ambiente, fate acclimatare e lievitare per circa 2 ore.
Valutate anche in base alla stagione e alla temperatura domestica.

Tritate 10 g di semi di lino, prelevandoli dai 30 g previsti. Consiglio l’utilizzo di un trita semi o un macinacaffè, in modo da ottenere una polvere finissima.
A questo punto incorporate nell’impasto i semi interi, quelli macinati e il sale, quindi lavorate per rendere uniforme il composto. Coprite e fate riposare per 30 minuti.
Riepilogo
– Impasto + 1 ora di riposo a temperatura ambiente
– Trasferimento in frigorifero per 10/14 ore
– Temperatura ambiente per circa 2 ore
– Terminare impasto con i semi e il sale
– Riposo per 30 minuti

Pieghe e formatura

Mettete l’impasto in un piano infarinato, stendetelo con le mani inumidite, effettuate delle pieghe a tre aiutandovi con un tarocco. Coprite con la ciotola capovolta e fate un’altra pausa di 30 minuti.
Ripetete il procedimento e questa volta fate riposare per 40 minuti.
Ora formate la ciabatta. Stendete di nuovo l’impasto ottenendo un quadrato, ripiegate la pasta su se stessa per 2 volte, fissando i bordi laterali.
Trasferite il pane così formato in un cestino rettangolare e foderato con un canovaccio infarinato. Tenete i bordi di chiusura sulla parte superiore e pizzicateli con cura, per sigillare.
Spolverizzate con la farina e coprite il pane con i lembi del canovaccio.
Fate lievitare per circa 1 ora, comunque sino a che la forma avrà raddoppiato il suo volume.
Riepilogo
– Pieghe + 30 minuti di riposo
– Ripetizione delle pieghe + 40 minuti di riposo
– Formatura, cestino, lievitazione sino al raddoppio

Cottura della ciabatta con semi di lino

Aprite i lembi del canovaccio, spolverizzate il pane con altra farina e trasferitelo su una placca foderata con carta da forno.
Per evitare di rovinare il pane mentre lo maneggiate, capovolgetelo sulla placca come fareste con una frittata.
Cuocete il pane in forno preriscaldato a 220° per circa 40/45 minuti, diminuendo man mano la temperatura.
Primi 15 minuti a 220°, mettendo due cubetti di ghiaccio sul fondo del forno, per creare vapore
Abbassate la temperatura a 200° e proseguite la cottura per altri 10 minuti
Cuocete il pane a 180° per altri 10 minuti
Socchiudete lo sportello del forno, abbassate la temperatura a 170° e terminate la cottura per altri 5/10 minuti
Sfornate la ciabatta con semi di lino e posatela su una gratella, fate freddare completamente, dopo di che si può affettare e consumare.
Ciabatta con semi di lino