Cipolline in agrodolce

Cipolline in agrodolce

Cipolline in agrodolce
Le Cipolline in agrodolce con uvetta sono un antipasto sfizioso e originale, veramente semplice da realizzare, si preparano in 20 minuti circa e possono essere consumate subito, o conservate nei vasetti. In questo periodo le cipolline sono ancora fresche e buonissime e vi consiglio di approfittarne per farne scorta e conservarle in dispensa.
Solitamente le faccio intere e con salsa di pomodoro, ma avevo voglia di cambiare e provare qualcosa di nuovo, cosi sono partita con l’idea di farle in bianco, alla fine mi sono lasciata prendere (come al solito) la mano e ho aggiunto uvette, pepe e cannella, ottenendo un sapore davvero insolito.
Provate a farle seguendo questo procedimento, consumatele subito, oppure invasatele ancora calde in barattoli sterilizzati e fateli bollire 15 minuti per creare il sottovuoto. Vedrete che delizia…

Cipolline in agrodolce

Ingredienti per 4 persone

400 gr cipolline fresche
60 gr di uvetta secca (4 cucchiai circa)
1 cucchiaio di miele
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiai di vino bianco
½ bicchiere di aceto di mele
2 foglie di alloro
1/2 cucchiaino di cannella
Sale q.b.
1 pizzico di pepe

Cipolline in agrodolce
Sciacquare l’uvetta e farla rinvenire in acqua tiepida per circa 20 minuti.
In un tegame far scaldare l’olio con il miele, mescolando per amalgamare bene, unire le cipolline affettate, l’alloro e far rosolare, aggiungere anche l’uvetta ammorbidita e strizzata, sfumare il vino bianco e far caramellare leggermente.
Correggere di sale e pepe, unire anche la cannella, l’aceto e coprire il tegame.
Cuocere a fiamma bassa finché le cipolline non saranno morbide.
Cipolline in agrodolce
Ogni tanto controllare che il liquido non si ritiri, quando le cipolline saranno cotte (circa 15 minuti), lasciare il tegame scoperto e far asciugare un po’ la salsina prima di spegnere.
Le Cipolline in agrodolce possono essere consumate subito, tiepide, oppure fredde, ottime anche il giorno dopo.
Cipolline in agrodolce