Focaccia sarda alla zucca

Focaccia sarda alla zucca

turredda cun curcuriga

La Focaccia sarda alla zucca è un’altra ricetta antica della provincia Ogliastra, che merita attenzione. Conosciuta come Turredda cun curcuriga, questa focaccia viene preparata unendo semola rimacinata di grano duro con zucca cotta, acqua e lievito, in un impasto molto morbido e idratato. In alcuni centri viene fatta senza zucca e con i ciccioli, altri paesi ancora li mettono entrambi. Nel mio paese di origine questa focaccia si preparava solitamente con i ciccioli, in monoporzione, distesa su foglie di castagno e cotta velocemente nel forno a legna, quando veniva acceso per la cottura della scorta mensile di pane.

Vi propongo la versione senza ciccioli, si impasta con un cucchiaio, si fa lievitare in due tempi, si stende e si cuoce dopo che diventa gonfia e bollosa.
L’aspetto della focaccia sarda alla zucca, o turredda cun curcuriga, è rustico e la consistenza molto soffice. Il sapore meraviglioso, come può esserlo quello di un prodotto semplice e genuino.
Focaccia sarda alla zucca

Focaccia sarda alla zucca

Ingredienti per 4 porzioni (1 teglia diametro 23 cm, o 16×26 cm)

200 gr semola rimacinata di grano duro
150 gr zucca pulita
100 gr acqua
60 gr lievito madre rinfrescato
2 cucchiai olio extravergine di oliva
7 gr di sale (1 cucchiaino circa, da pesare)

Tagliare a cubetti la zucca pulita e lavata, cuocerla a vapore per circa 15 minuti, controllando che sia morbida. Frullare quando è ancora calda, poi far freddare.
ricetta per turredda cun curcuriga o focaccia sarda alla zucca
Setacciare la farina in una ciotola, inumidirla con l’acqua prevista, cenrcando di distribuirla in modo uniforme, non cedere alla tentazione di aggiungerne altra, se si sente il composto troppo asciutto. Coprire la ciotola con pellicola e far riposare la farina cosi idratata per 1 ora. Unire quindi la zucca e mescolare fino a distribuirla in modo uniforme, se fosse necessario aggiungere ancora qualche cucchiaio d’acqua. La consistenza dovrà essere molto morbida, da impastare con l’aiuto di un cucchiaio.

Impastare la turredda cun curcuriga finchè il composto sarà omogeneo. Aggiungere l’olio, 1 cucchiaio per volta, e mescolare per incorporarlo bene nell’impasto. Unire il sale per ultimo.
Coprire la ciotola con pellicola e far lievitare in luogo caldo (26/28° circa) il tempo necessario al raddoppio (circa 5 ore).
Impasto focaccia sarda turredda cun curcuriga
Quando l’impasto sarà pronto, fare 2 giri di pieghe in ciotola, con l’aiuto di un tarocco o una spatola di silicone, far riposare 30 minuti, poi trasferirlo su una teglia unta d’olio, distribuirlo in modo uniforme, coprire la teglia con pellicola e far riposare un’altra ora.

Cottura

Ungersi le dita e creare delle fossette nell’impasto della focaccia, smuovendolo un po.
turredda cun curcuriga
Attendere ancora 1 ora, poi infornare in forno statico precedentemente scaldato a 220° e cuocere per circa 30 minuti. Valutare con il proprio forno. Sfornare e servire calda.
La focaccia sarda alla zucca, o turredda cun curcuriga, è ottima da sola, con il pecorino, o il prosciutto di montagna.

Contenuti e immagini coperte da diritto di autore @copyright Pane e Gianduia 2013-2017

Prova altre ricette con Zucca

2 Commenti

  1. Ciao, questa focaccia proprio non la conoscevo, mi sembra buonissima e devo confessare che ho abbandonato un pò il mio lievito madre, sarà la volta buona che lo rimetto al lavoro!! Complimenti per le tue ricette sempre chiare e dettagliate … 😉

    • Ciao Sabrina, benvenuta e grazie per i complimenti 🙂 Vale la pena preparare i lievitati con pasta madre, sono proprio un’altra cosa rispetto al lievito di birra, profumati e leggeri.

I commenti sono bloccati.