Garganelli

Garganelli

garganelli freschi
I Garganelli sono un formato di pasta all’uovo tipico dell’Emilia Romagna, semplicissimi da fare, perché consistono in quadrati di pasta arrotolati e rigati, molto gradevoli anche esteticamente, la rigatura permette di raccogliere bene i sughi, per cui risultano sempre gustosi.
I garganelli sono squisiti con sughi delicati, anche se in una sagra del garganello, in Emilia, li ho visti conditi prevalentemente con sughi corposi, per cui lasciano molto spazio alla fantasia.
Sono ideali se si desidera preparare un bel formato di pasta fresca, ma non si ha una gran manualità, perché realizzarli è veramente semplice.
Tutto ciò che serve, oltre agli ingredienti di ottima qualità, sono un mestolo di legno e un rigagnocchi.
Vediamo la ricetta.
Garganelli

Garganelli

Ingredienti per 450 gr di pasta (4 porzioni)

200 gr farina di grano duro
100 gr farina di grano tenero 00
3 uova medie
1 pizzico di sale
Qualche cucchiaio d’acqua, se necessario

In una ciotola setacciare le farine a fontana, unire il pizzico di sale, sgusciare le uova.
Mescolare con una forchetta fino a distribuire su tutta la farina, impastare un po con le mani, finchè l’impasto sarà grossolano, ma abbastanza uniforme.
Impasto garganelli
Trasferire sulla spianatoia (o altro piano di lavoro) e impastare per circa 15 minuti. Se si sente asciutto, aggiungere qualche cucchiaio d’acqua fredda. Lavorare finchè la pasta sarà liscia e compatta.
Coprire con pellicola e far riposare per 30 minuti in luogo fresco e asciutto.
Trascorso questo tempo, prelevare un pezzo di pasta per volta e stirare con la sfogliatrice (punto 3), o con il mattarello, sul piano infarinato. Tagliare dei quadrati di cm 5 x 5
Formatura garganelli
A questo punto si può iniziare a dare la forma, servendosi dell’apposito pettine, o aiutandosi con un rigagnocchi e il manico di un mestolo di legno, come ho fatto io
rigagnocchi
Avvolgere il quadrato di pasta attorno al bastoncino di legno, partendo da un angolo e sovrapponendolo a quello opposto, premere bene con le dita, per unire i due lembi di pasta, poi far rotolare sul rigagnocchi, per fissare bene la pasta e dare la forma caratteristica.
Rigatura garganelli
Man mano che si formano i garganelli, trasferirli su un canovaccio infarinato.
Una volta terminata la formatura, far asciugare almeno 1 ora al fresco, poi potranno essere cotti e serviti. Se si ha tempo a sufficienza, si possono far asciugare più ore.
Cuocere in acqua bollente e verificare la cottura quando salgono a galla, solitamente impiegano 5/7 minuti.
I garganelli sono ottimi con prosciutto e piselli, 4 formaggi, con salmone o verdure dolci (zucchine, porri).
garganelli emiliani