Gnocchetti sardi classici

Gnocchetti sardi classici

gnocchi sardi
I Gnocchetti sardi classici, o malloreddus, sono una delle specialità rinomate della Sardegna, dove la diffusa coltivazione del grano duro ha prodotto negli anni una ricca varietà di paste alimentari. Fra queste i gnocchetti, che non mancano mai nelle tavole imbandite per le feste e di cui persino i bambini sono ghiotti, forse per la loro graziosa forma, che le nostre nonne sarde ottenevano mediante rigatura sui cestini di asfodelo, utilizzati anche per conservare il pane.
Realizzare i gnocchetti sardi è veramente semplice, se non disponete di un rigagnocchi potrete arrangiarvi benissimo con una forchetta, una tovaglietta di bambù, un cestino di vimini.
Gnocchetti sardi classici

Gnocchetti sardi classici

Ingredienti per 670 gr di gnocchetti (4 porzioni )

400 gr di semola rimacinata di grano duro (o farina di grano duro)
270 ml circa di acqua fresca
1 cucchiaio olio extravergine di oliva
1 pizzico di sale

In una ciotola capiente, o nella ciotola della planetaria, setacciare la farina, unire il sale, l’olio e 200 ml di acqua, iniziare a lavorare gli ingredienti e amalgamarli, i restanti 70 ml di acqua aggiungerli pian piano solo se necessario, poiché la capacità di assorbire acqua della farina di grano duro cambia molto in base alla marca e alla qualità.
impasto gnocchetti sardi
Tenere presente che l’impasto dovrà essere molto elastico, non duro, ma neanche troppo molle, quindi ben lavorabile con le mani.
Quando si sarà aggiunta la quantità sufficiente di acqua, lavorare l’impasto per circa 15 minuti, sino a che non sarà morbido e liscio.
Formare una palla, coprire con pellicola e far riposare in luogo fresco (non in frigo) per circa 20 minuti.
pasta gnocchi
Trascorso questo tempo, preparare la pasta per la formatura, prelevarne un pezzo per volta, formare dei rotolini con le mani, lavorandoli sulla spianatoia o altro piano di lavoro, fino ad ottenere uno spessore pari a quello di una matita.
Tagliare dei tocchetti lunghi un po’ più di 1 cm, misurare i primi, poi regolarsi con quelli già fatti, perché siano tutti uguali.
formatura malloreddus
Infarinare bene con la farina di grano duro i tocchetti di pasta, prenderne uno per volta e trascinarlo sul rigagnocchi (o sul lato convesso dei rebbi di una forchetta, o altro oggetto rigato) tenendo il pollice di taglio, in modo che il risultato sia uno gnocchetto lungo e arrotolato, nella tipica forma dei malloreddos.
rigatura gnocchi
Formare tutti i gnocchetti sardi e pian piano metterli su un canovaccio, o vassoio infarinato, farli asciugare per circa 2 ore, poi cuocerli in abbondante acqua salata.
Gnocchetti sardi
Il condimento tradizionale dei gnocchetti sardi classici varia molto a seconda della provincia, il più conosciuto (e a mio avviso gustoso) è il sugo di pomodoro con salsiccia di suino, finocchietto selvatico e zafferano.
Ma potrete gustarli in tanti altri modi, perché la loro forma consente di trattenere bene il condimento.
malloreddus sardi