Pasta risottata al baccalà

Pasta risottata al baccalà

La Pasta risottata al baccalà è un primo piatto di pasta cotta come il risotto, senza bollitura, semplicemente unendo la pasta cruda al condimento e bagnandola ogni tanto con il brodo, fino a cottura ultimata e, quindi, mantecatura.
Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è una cottura difficile, la pasta impiega solo qualche minuto in più, rispetto alla cottura in acqua e ne guadagna molto in sapore.
Con il baccalà, inoltre, si ottiene un insieme di sapori interessante, una pasta un po’ diversa dal solito.

Pasta risottata al baccalà

Pasta risottata al baccalà

Ingredienti per 4 persone

320 g di pasta corta trafilata a bronzo (tiene meglio la cottura)
200 g di baccalà dissalato e ammollato
150 g di porri (peso al netto degli scarti)
700 ml di brodo vegetale
½ tazzina di vino bianco
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
4 cucchiai di parmigiano
1 noce di burro

Tagliate il baccalà a pezzetti, lavate e tagliate i porri a rondelle. In un tegame capiente scaldate l’olio, fate dorare l’aglio, aggiungete i porri e fateli appassire. Unite anche il baccalà e fate insaporire qualche minuto a tegame scoperto, poi aggiungete 1/2 mestolo di brodo, coprite con coperchio e fate cuocere per 15 minuti a fiamma bassa.
Aggiungete ora la pasta, mescolate, unite il vino e fate sfumare. Bagnate la pasta con un mestolo di brodo, coprite di nuovo il tegame e continuate la cottura. Ogni tanto mescolate e aggiungete altro brodo, finchè la pasta sarà cotta, proprio come si fa con un normale risotto.
procedimento pasta risottata
Appena la pasta sarà al dente, unite ancora qualche cucchiaio di brodo, il parmigiano, il prezzemolo tritato finemente, mantecate e servite.

Pasta risottata al baccalà