Ragù di carne

Ragù di carne

Il ragù di carne è uno dei vanti della nostra cucina tradizionale, originario della regione Emilia Romagna e conosciuto in tutto il mondo. E’ indispensabile per condire le lasagne al forno con la ricetta classica, ma rende gustose anche le tagliatelle appena fatte e qualsiasi formato di pasta secca, perché il ragù di carne arricchisce in sapore e nutrimento, tanto che la pasta diventa un piatto unico in cui c’è proprio tutto.
Che siano lasagne, o tagliatelle fresche, o semplici rigatoni, la pasta con il ragù è amatissima da grandi e bambini e sarà molto gradita anche agli ospiti.
La tradizione prevede che il ragù sia fatto cuocere per alcune ore, io mi limito ad un’ora, tenendo il fuoco bassissimo e aumento anche la dose di passata di pomodoro, perché non lo gradisco troppo asciutto, soprattutto se devo condire le lasagne, il cui condimento mi piace sia morbido, oltre che saporito.
Ragù di carne

Ragù di carne

Ingredienti per 10 porzioni di lasagne (teglia cm 32×22)

650 gr carne trita di bovino
3 salsicce di suino
2 bottiglie passata di pomodoro rustica (da 700 gr l’una)
1 carota piccola
1 cipolla media
1 gambo di sedano
4 cucchiai olio extravergine di oliva
½ bicchiere di vino rosso
2 foglie di alloro
Sale e pepe q.b.

Pulire la carota, la cipolla e il gambo di sedano, tagliare tutto a cubetti e tritare ulteriormente con la mezzaluna.
In un tegame capiente scaldare l’olio e unire il tirto di odori, farli appassire, girando con un mestolo di legno per evitare che si cuociano troppo.
trito di odori per ragù
Aggiungere le salsicce a pezzetti, farle rosolare e sciogliere con il mestolo
salsicce ragù
Unire anche la carne trita, cercando di separarla prima che si cuocia, aggiungere le foglie di alloro, girare ogni tanto, in modo che la carne si rosoli in maniera uniforme.
Unire quindi il vino, far insaporire e sfumare.
Versare la passata di pomodoro e mescolare, coprire il tegame e abbassare la fiamma, il ragù dovrà cuocere lentamente, a fuoco bassissimo, per almeno un’ora.
sugo alla bolognese
Ogni tanto aprire e girare con il mestolo, per evitare che si attacchi.
Trascorso questo tempo, verificare che la salsa sia sufficientemente ristretta, altrimenti lasciare il tegame scoperto e continuare a cuocere ancora qualche minuto.
Quando la consistenza sarà granulosa, ma cremosa, non asciutta, il ragù è pronto.
Ragù alla bolognese
Trovi le mie ricette anche sulla mia pagina Facebook vieni a trovarmi!